Ricette: la zucca di Hokkaido... finisce in pentola

Abbiamo provato a cucinare per voi la... zucca di Hokkaido!


Pubblicato il 16/09/2019
Oggi vogliamo presentarvi un prodotto che abbiamo scoperto qualche giorno fa dal nostro ortolano di fiducia: la zucca Hokkaido. La conoscete? L'avete mai vista? Si tratta di una zucca dal colore arancione intenso, di dimensioni contenute (arriva fino a 1.5 kg), di origine giapponese, dalle incredibili caratteristiche nutrizionali. Vediamola nei dettagli e scopriamo come si cucina.


Le proprietà benefiche della zucca di Hokkaido

Questo tipo di zucca è ricca di vitamina A, B, C, PP, E, sali minerali (soprattutto calcio, potassio, fosforo e ferro) e fibre. E' invece povera di sodio. La polpa della zucca di Hokkaido risulta essere depurativa e diuretica, perfetta per favorire l'espulsione delle tossine a livello intestinale e renale. Rafforza e protegge la pelle dai raggi UVA, ha anche proprietà lassative. Insomma, un vero e proprio toccasana per il nostro organismo.


Come cucinare la zucca di Hokkaido

La particolarità di questa zucca è che si mangia con la buccia. Ebbene si, basta lavarla sotto l'acqua, togliere il picciolo ed il resto è tutto commestibile.
Come si cucina? Si può fare al forno e in padella antiaderente.
- AL FORNO
Tagliate la zucca Hokkaido a fette senza eliminare la buccia, sistemate le fette sulla teglia antiaderente Pentolpress e aggiungete olio EVO e erbe aromatiche a piacere (consigliamo timo, maggiorana e rosmarino), aggiustate di sale e attendete una mezz'ora di cottura.
- IN PADELLA
Tagliate la zucca a cubetti di un centimetro o due, fate rosolare in pentola antiaderente olio EVO e due spicchi d'aglio in camicia, dopodichè saltate la zucca per una ventina di minuti, aggiungendo un poco d'acqua al bisogno.

Provatela, è buonissima!
Per la cottura della zucca:
- teglia antiaderente Pentolpress
- padella antiaderente Pentolpress



Vedi anche